Hunger Games: La ballata dell’usignolo e del serpente

0
377
Google search engine

Identificare il mondo di Hunger Games in questo prequel, collocato oltre 60 anni prima degli eventi narrati nei 4 film con Jennifer Lawrence, risulta complesso. Tuttavia, risulta complesso riconoscere tutti gli elementi distintivi che avevano caratterizzato la quadrilogia originale, specialmente il primo film, noto per il suo modello narrativo innovativo all’interno dei blockbuster e la rappresentazione coinvolgente di un`avventura in un mondo distopico.

In questa occasione, la trama segue la trasformazione in villain del presidente Snow, che 60 anni prima è un giovane appartenente ad una famiglia precedentemente agiata ora in difficoltà, con l’obiettivo di progredire nella carriera per sostenere madre e sorella. Si tratta di un personaggio positivo destinato a diventare negativo, un aspetto che aggiunge ulteriore complessità alla narrazione.

La trama segue il suo percorso durante una competizione nella quale gli studenti devono dimostrare le proprie abilità e ingegno per guadagnarsi un posto nell’Università. La storia prende una svolta interessante quando Coriolanus (interpretato da Tom Blyth) viene accoppiato con la brillante e affascinante Lucy Gray Baird (interpretata da Rachel Zegler), tributo del distretto dodici.

Sono evidenti i riferimenti diretti ai film usciti precedentemente, come ad esempio la scelta immediata del vestito che attira l’attenzione sulla protagonista, e la caratterizzazione elementare dei tributi. Tuttavia, è evidente che ciò che il film propone, ovvero la salita al potere di Snow, è in realtà di importanza secondaria, almeno nella prima parte del racconto, rispetto alla narrazione di come gli Hunger Games siano diventati un evento mediatico ampiamente seguito e popolare. Questo avviene in un contesto passato, reso con tecnologie futuribili ma leggermente più antiquate e con un design ispirato agli anni ’40, risultando una rappresentazione piuttosto convenzionale dell’idea di passato rispetto alla saga.

Quella presente è un’opera che cerca di riportare lo spettatore nel mondo distopico creato da Suzanne Collins. Questo prequel offre una prospettiva unica sulla natura umana, la politica e la società nell’universo di Hunger Games.

Rispetto alla scrittura coinvolgente e piena di suspense della Collins, che mantiene i lettori incollati alle pagine fin dall’inizio, in questo film si poteva fare di più, ma si dovevano pur fare delle scelte. La caratterizzazione dei personaggi è complessa, offre uno sguardo approfondito alle motivazioni e ai conflitti interiori di Coriolanus. La sua evoluzione da studente ambizioso a figura di potere oscuro è interessante, si poteva sviluppare meglio, ma risulta comunque avvincente.

Uno degli aspetti più affascinanti è l’esplorazione delle dinamiche sociali e politiche che formano la base della società dei Distretti. Il tema della manipolazione mediatica e del controllo della narrativa è particolarmente rilevante, evidenziando la fragilità della verità e la potenza della propaganda.

Lucy Gray Baird, la tributo che accompagna Coriolanus nei giochi, è un personaggio che cattura l’attenzione con la sua personalità enigmatica e il suo talento musicale. La sua presenza aggiunge un elemento poetico alla storia, fornendo un contrasto affascinante alla brutalità dei giochi della fame.

Hunger Games: La ballata dell’usignolo e del serpente è un film che offre una nuova prospettiva su un mondo già noto, arricchendo ancora di più la saga. Con una trama coinvolgente, personaggi ben sviluppati e una riflessione sulla natura umana.

The Hunger games: La ballata dell’usignolo e del serpente

Regia: Francis Lawrence

Cast: Tom Blyth, Rachel Zegler, Peter Dinklage, Hunter Schafer, Josh Andrés Rivera, Jason Schwartzman, Viola Davis, Burn Gorman, Fionnula Flanagan, Ashley Liao, Dexter Sol Ansell, Rosa Gotzler, Clemens Schick, Athena Strates, Joshua Kantara, Amélie Hoeferle, Kaitlyn Akinpelumi, Florian Burgkart, Ayomide Adegun, Aaron Finn Schultz, Max Raphael, Mekyas Mulugeta, Emma Frieda Brüggler, Yalany Marschner, Serena Oexle, Anni Baumann, Flora Li Thiemann, Zoe Renee, Seyna Sylla, Lilly Maria Cooper, Aamer Husain, Aminata Lucia Yade Toscano, Daniela Grubert, Michael Greco, Levi Strasser, Chieloka Jairus, Tim Torok, Varvara Kanellakopoulou, Jerome Lance, Mackenzie Lansing, Cooper Dillon, Hiroki Berrecloth, Irene Böhm, Knox Gibson, Sofia Sanchez, Luna Kuse, Kjell Brutscheidt, Dimitri Abold, Luna Steeples, Nick Benson, Marc Aden Gray, Rachel Zegler, Isobel Jesper Jones, Dakota Shapiro, Vaughan Reilly, Honor Gillies, Eike N.A. Onyambu, Cameron MacConomy, Ghaith Saleh, Riley Chung, Denise Hansen, Scott Folan, Raphael Zari, Mona Vojacek Koper, Carl Spencer, Konstantin Taffet, George Somner, Steven McMichael

Durata: 157 minuti

Uscita: 15 Novembre 2023

English Version

Google search engine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here