Guardiani della Galassia Vol. 3

0
438
Google search engine

Voleremo tutti insieme… un’ultima volta… nel cielo bellissimo e per sempre.
(Rocket – Bradley Cooper)

Dopo Guardiani della Galassia (2014) e  Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017) che hanno squarciato l’universo Marvel, e dopo l`esperienza nel prendere in mano un franchise (praticamente morto) come The Suicide Squad (2021) e successivamente la serie Peacemaker (personaggio di The Suicide Squad interpretato da John Cena), James Gunn si congeda (presumibilmente) dal MCU per passare alla creazione del nuovo DC Universe, prima con un episodio natalizio speciale e infine con il terzo volume sui Guardiani della Galassia.

Questa pellicola serve soprattutto a chiudere alcuni cerchi aperti con il primo capitolo. Uno fra tutti il passato di Rocket Raccoon. Il film è ricco di flashback della sua vita, come è diventato quello che conosciamo, catapultando lo spettatore avanti e indietro come se fosse un sacco da boxe. La trama potrebbe sembrare banale: uno dei Guardiani viene ferito e bisogna salvarlo, per farlo i Guardiani dovranno viaggiare in tutto l’universo sconfiggendo numerosi nemici.

I personaggi, che si separano più volte durante le due ore e trenta di durata, hanno imparato a cavarsela da soli, e nessuno dipende più dall’altro. Gli attori sono ben rodati per interpretare i loro personaggi anche da soli: Peter (interpretato da Chris Pratt) soffre ancora per Gamora (Zoe Saldana), Drax il distruttore (Dave Bautista) non è più il personaggio stupido di un tempo (forse), Groot (Vin Diesel) è sempre più grande, Nebula (Karen Gillan) sembra avere una cotta per Peter, ma non è ben specificato e Mantis (Pom Klementieff) è perfetta per essere la spalla di Drax. Il tutto introducendo la new entry dei futuri Guardiani: Adam Warlock (Will Poulter).

James Gunn comunque cerca di inserire in questo suo ultimo capitolo anche una sorta di riflessione sulla società odierna: il villain principale della storia è l`Alto Evoluzionario (Chukwudi Iwuji), che è ossessionato dalla perfezione assoluta, da una società che non commette errori. La società che crea in questo pianeta chiamato Contro Terra rispecchia quello che è la società odierna, uno specchietto per le allodole, ma che nasconde i problemi reali.

Il film, registicamente parlando, ha molti rimandi a The Suicide Squad (2021) – più di quanto si pensi – e lo spettatore resta interdetto e commosso dall’azione che cosparge tutta la pellicola, dal rapporto tra Peter e Gamora o dal passato di Rocket.

Quello che risalta prevalentemente agli occhi è la presenza di molto trucco prostetico rispetto all’utilizzo dell’ormai rodata CGI, le ambientazioni (prevalentemente spazi chiusi) sono fisiche, costruite in studio, senza un grande utilizzo del Chroma Key, se non quando strettamente necessario per una pellicola ambientata prevalentemente nello spazio.

Knowhere è la nuova base dei Guardiani, ha un aspetto molto cyberpunk, gli uffici della OrgCorp sono per l`appunto organici, rimandando ad un’ambientazione anni `70/`80 con i loro calcolatori che sembrano le slot machine giapponesi, infine la Contro Terra e i suoi abitanti sembra un vero e proprio richiamo alla Fattoria degli animali di Orwell.

James Gunn scrive, dirige e si circonda di addetti ai lavori che hanno confezionato una trilogia ottima, con piccole sbavature, ma che è la migliore (fino ad ora) dell’universo Marvel, congedandosi e presumibilmente congedando alcuni dei suoi Guardiani più iconici.

Come sempre, ormai dai primi film Marvel, ci sono due scene dopo i titoli di coda: molto interessanti, (forse) vanno a gettare le basi per dei nuovi Guardiani.

 

Guardiani della Galassia: Vol. 3

Regia: James Gunn

Attori: Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Karen Gillan, Pom Klementieff, Sean Gunn, Chukwudi Iwuji, Will Poulter, Elizabeth Debicki, Maria Bakalova, Sylvester Stallone, Will Poulter, Chukwudi Iwuji, Daniela Melchior, Michael Rosenbaum, Nico Santos, Sarah Alami, Sarah Allyn, Sarah Anne, Jerry Beharry, Stephen Blackehart, Linda Cardellini, Michelle Civile, Elodie Clarke, Olive Raine Cleope, Giovannie Cruz, Finn David, Dane DiLiegro, Reinaldo Faberlle, Nathan Fillion, Keanu Ham, Henry Heffernan, Mikaela Hoover, Brandon Morales, Dennice Rivera, Adelynn Spoon, Tara Warren, Ilara Phoenix Williams, John William Wright, Kai Zen, Scarlett Bell, R. Grayson Brice, Sarah Dean, Christina R Gregg, Michael Koske, Zachary Ortega, Casey Shirley, Sebastian Soler, Analisa Wall

Voci originali: Vin Diesel, Bradley Cooper

Durata: 2 ore 30 minuti

Uscita: 3 maggio 2023

Versione Inglese

Google search engine
REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleCocainorso
Next articleDaliland
Studio, faccio finta di essere un grande appassionato di cinema e serie TV, ma nella maggior parte dei casi ci capisco molto poco.
guardians-of-the-galaxy-vol-3James Gunn con questo terzo ed ultimo capitolo mette la ciliegina sulla torta a questa trilogia dedicata ai Guardiani della Galassia. Ci riesce unendo uno dei suoi marchi di fabbrica: azione e commedia. La pellicola riesce a strappare una risata e commuovere lo spettatore allo stesso tempo, il tutto con un villain che ha manie di protagonismo e di perfezione, e lanciando una palla al balzo a chi verrà dopo di lui per guidare i nuovi Guardiani. Perfetta conclusione di una trilogia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here