Air – La storia del grande salto

0
391
Google search engine

Sonny Vaccaro: Una scarpa è solo una scarpa.
Deloris Jordan: Finchè mio figlio non se la mette.
(Sonny Vaccaro e Deloris Jordan – Matt Damon e Viola Davis)

Se pensate che questa pellicola parli della storia di Michael Jordan, state sbagliando completamente. In questo prodotto, diretto da Ben Affleck, l’attore che interpreta MJ non si vede nemmeno in volto. Quelle che si vedono sono soltanto immagini di repertorio prese durante tutta la sua carriera da cestista e non; i veri protagonisti della storia sono coloro che hanno contribuito a costruire il brand Jordan come lo conosciamo oggi. E no, Michael Jordan non è uno stilista come molti pensano.

Il film è ambientato nel 1984, anno in cui la Nike sta subendo un grande calo di vendite e la sezione Basket ha l’ultima possibilità prima di chiudere i battenti. La pellicola si apre con numerosi rimandi a spot famosi usciti in quell’anno, come 1984 di Apple, quello della Coca-Cola e Nike Revolution tra tutti. Ma questo è anche l’anno in cui Michael Jordan debutterà in NBA. Sonny Vaccaro, grande appassionato di basket, a tratti scout di talenti, lavora nel reparto Basket della Nike e (interpretato da Matt Damon) vede nel cestista della North Carolina qualcosa che soltanto Deloris Jordan (interpretata da Viola Davis) ha visto fino ad ora, ovvero quello che sarà, a detta di molti, lo sportivo più grande di tutti i tempi.

Ma Michael Jordan è un grande fan Adidas e non vuole avere nulla a che fare con Nike. Grazie a Sonny Vaccaro e Phil Knight (interpretato da Ben Affleck), cofondatore di Nike, riescono a compiere un’impresa che è diventata storia e rivoluzione all’interno dello sport: convincere Jordan a firmare un contratto di cinque anni con Nike, creare una linea di scarpe solo per lui, Air Jordan, e garantirgli una percentuale per ogni scarpa venduta. Le prime Air Jordan presentavano i colori dei Chicago Bulls (franchigia in cui Jordan ha giocato per quasi tutta la sua carriera), ovvero rosso e nero. Nel 1985, la maggior parte delle scarpe NBA dovevano rispettare la prevalenza del colore bianco, con poche eccezioni di colori, ma che comunque dovevano rispettare le norme e i divieti imposti dall`NBA. Poiché le prime Air Jordan non rispettavano il requisito del colore bianco, ciò portò ad una sanzione di 5.000 dollari per ogni partita in cui Jordan le indossava, tutte le spese a carico di Nike. Questo fatto ha contribuito a rendere la prima linea di scarpe Jordan ancora più iconica e desiderabile.

La pellicola ha il compito di ridurre in poco meno di due ore mesi e mesi di trattative. Riesce a smorzare parti serie con parti comiche. Il duo Matt Damon e Ben Affleck riesce alla perfezione. Affleck alla regia, dopo qualche passo falso, riesce a confezionare un prodotto che va ben oltre il sistema sportivo. Non è un blockbuster che ha bisogno di CGI o scene epiche. Ciò che lo rende speciale è sicuramente l`uso delicato della macchina da presa, il campo-controcampo e la color correction che tende verso il verde/blu, spedendo direttamente il film negli anni ’80.

Non ci troviamo di fronte a un lavoro prettamente sportivo come i due Space Jam (1996) e Space Jam: A New Legacy (2021) o come Thunderstruck (2012), ma di fronte a una pellicola che usa il basket come mezzo per arrivare a qualcosa di più, ovvero una sorta di ringraziamento a coloro che hanno contribuito a rendere grande Nike e il più grande cestista di sempre.

Nel 1984, Michael Jordan firmò un contratto con Nike di 2.5 milioni di dollari per 5 anni, l’azienda fissò l`obiettivo di ricavare 100 milioni di dollari nei 5 anni di partnership. Durante il 1985 la Nike, per la sola fornitura limitata di Air Jordan generò circa 100 milioni di dollari di vendite, fruttando oggi miliardi di dollari annui. Le prime Air Jordan presentano il logo e il Jumpman (che nel prototipo fatto vedere a Jordan nella storia non è presente) che ha attirato l`attenzione di tutti i consumatori, considerando quel modello come la scarpa più bella di sempre.

Air – La storia del grande salto

Regia: Ben Affleck

Cast: Matt Damon, Jason Bateman, Ben Affleck, Chris Messina, Viola Davis, Julius Tennon, Damian Delano Young, Chris Tucker, Matthew Maher, Gustaf Skarsgård, Barbara Sukowa, Jay Mohr, Joel Gretsch, Michael O’Neill, Marlon Wayans, Asanté Deshon, Billy Smith, Al Madrigal, Jackson Damon, Dan Bucatinsky, Jessica Green, Gabrielle Bourne, Joshua Funk, Andy Hirsch, Tami Jordan, Jeff Cook, Albert Stroth, Mackenzie Rayne, Jerry Plummer, Haylee Baldwin, Ari Davis, Martina De Leon Diaz, Ure Egbuho, Dempsey Gibson, Tom Papa, LeChristopher Williams

Durata: 1 ora 51 minuti

Uscita: 6 marzo 2023

English Version

Google search engine
REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleSuper Mario Bros. – Il film
Next articleCocainorso
Studio, faccio finta di essere un grande appassionato di cinema e serie TV, ma nella maggior parte dei casi ci capisco molto poco.
air-la-storia-del-grande-saltoUn Ben Affleck in stato di grazia riesce a confezionare un prodotto molto interessante. Pur non parlando della storia di Michael Jordan, dura il giusto, non annoia e scorre senza problemi. Il cast è stellare, sotto tutti i punti di vista, dimostrando che non occorrono milioni e milioni di dollari per fare un bel film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here