Il Ragazzo e l`Airone

0
447
Google search engine

Un airone cenerino una volta mi disse che tutti gli aironi cenerini sono bugiardi. Quindi è la verità o una bugia?

Tokyo, II Guerra Mondiale. Il giovanissimo Mahito ha subito un trauma a causa della morte della madre, deceduta nelle fiamme generate da una bomba sganciata dal cielo. Il padre del ragazzo, due anni dopo, decide di sposare sua cognata, donna che gli darà presto un figlio, e di andare a vivere tutti insieme in campagna.

Tutto questo crea una situazione molto dolorosa per Mahito, ma per sua fortuna qualcosa lo distrae: si tratta di un airone che incredibilmente gli parla. Seguendo le sue parole, Mahito si troverà in un mondo strano e pieno di cose incredibili, un luogo dove riceverà tutte le risposte che cercava nella sua vita, sia quelle alle sue domande interiori che quelle inerenti il suo futuro prossimo venturo.

Quando ammiriamo un prodotto del maestro dell`animazione giapponese Hayao Miyazaki, creatore di piccoli grandi capolavori come Principessa Mononoke (1997), La città incantata (2001), Il castello errante di Howl (2004) e tanti altri ancora, è difficile qualificarlo in una specifica area tematica: avventura, dramma o altro importa poco, quando siamo di fronte all`opera d`arte di un genio. Ma cosa ci fa sentire capaci di dire questo? Semplice: Hayao Miyazaki decide con questa pellicola di raccontare quella che è stata la sua vita professionale e i suoi prodotti migliori, inserendoli tutti o quasi all`interno del presente prodotto. Tra questi fa parte anche un personaggio finale che ha diverse cose in comunque con Hayao Miyazaki stesso e che sembra davvero essere lui. Il prodotto che si ottiene è di sicuro interesse, in quanto mostra bene tanti particolari che sono dietro alla produzione di anime giapponesi da parte dell`autore di questi esteticamente splendidi fumetti. Tutte o quasi le tematiche che sono state viste nelle pellicole precedenti qui vengono toccate, andando a rappresentare da un lato il rapporto che l`autore ha il mondo, e quello che invece ha con sé stesso. Rapporti tra genitori e figli, rapporti interni tra due persone appartenenti alla stessa famiglia a prescindere dalla loro età anagrafica, vita vissuta in periodi storici difficili dove è la guerra a farla da padrone, momenti in questo senso brutali come l`inizio di una pellicola posto all`inizio di una durissima battaglia con morti e feriti, tutto questo è nel bene e nel male Hayao Miyazaki e il mondo reale che da sempre descrive, intervallandolo con elementi di vita vissuta in universi fantastici non di rado paralleli alla realtà. Nel bene e nel male, ho appena detto, e non a caso: in questa storia possiamo infatti vedere come il maestro, a conti fatti, tenga a raccontare cose molto spesso già presenti in vari suoi anime, e per chi lo conosce bene, guardare il presente prodotto non può fare a meno di far venire in mente che, in fondo, da lui ci aspettiamo sempre qualche cosa di nuovo, di forte, capace di brillare nella nostra vita. Qui questo non succede, e ci troviamo di fronte ad un grande, forte, enorme riepilogo della sua vita. Bellissimo, ma non fenomenale come fino ad ora è sempre stato. Da vedere.

Il Ragazzo e l`Airone

Regia: Hayao Miyazaki

Voci: Soma Santoki, Masaki Suda, Takuya Kimura, Aimyon, Kô Shibasaki, Yoshino Kimura, Shohei Hino, Jun Kunimura, Kaoru Kobayashi, Keiko Takeshita, Jun Fubuki, Sawako Agawa, Shinobu Ôtake, Karen Takizawa, Luca Padovan, Mamoudou Athie, Christian Bale, Dave Bautista, Gemma Chan, Willem Dafoe, Debi Derryberry, Masaaki Doi, Karen Fukuhara, Nika Futterman, Gakudai, Barbara Goodson, Mark Hamill, Melora Harte, Sannosuke Iizuka, Yûto Kawasaki, Andrew Kishino, Paul Nakauchi, Kiyoko Nishimura, Kenta Okimori, Robert Pattinson, Denise Pickering, Florence Pugh, Tony Revolori, Barbara Rosenblat, Mikito Shigeta, Michael Sinterniklaas, Dan Stevens, Kazuki Suzuki, Nami Uehara, Ryunosuke Watanuki, Takuya Yagyu, Keone Young

Durata: 124 minuti

Uscita: 01 Gennaio 2024

English Version

Google search engine
REVIEW OVERVIEW
Da Vedere
Previous articleMaestro
Next articleFerrari
Il Cinema è come il sangue: non posso mai restarne senza, pena la morte. Ci siamo capiti, vero?
kimitachi-wa-do-ikiru-kaQuando ammiriamo un prodotto del maestro dell`animazione giapponese Hayao Miyazaki siamo spesso di fronte all`opera d`arte di un genio. Il presente prodotto è di sicuro interesse, in quanto mostra bene tanti particolari che sono dietro alla produzione di anime giapponesi esteticamente splendidi da parte dell`autore. Tutte o quasi le tematiche viste nelle pellicole precedenti qui vengono toccate, rappresentando il rapporto che l`autore ha il mondo, e quello che ha con sé stesso. Da lui ci aspetta sempre qualcosa di nuovo, di forte, qui questo non succede. Bellissimo comunque, e da vedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here